1130 Views |  1

Cosa indossare al primo appuntamento: le regole per non sbagliare

Eccoci di nuovo qui, care lettrici, per esplorare insieme il temuto universo del dress code. Volenti o nolenti, tutte noi dobbiamo confrontarci quotidianamente con il nostro guardaroba. “Uff, non ho niente da mettermi” sospiriamo malinconiche di fronte a miriadi di capi di ogni genere. Il tedio, poi, si trasforma in disperazione quando veniamo invitate a particolari eventi o dobbiamo uscire con persone di un certo tipo. Come, ad esempio, al primo appuntamento quel ragazzo che ci piace tanto. E veniamo al dunque. Quante di voi vanno in escandescenza prima di un first date? Statisticamente parlando, pare che molte donne soffrano di attacchi d’ansia nella fase antecedente un primo appuntamento. Il dilemma principale? Ovviamente il look. In secondo luogo, poi, ci sono gli argomenti da affrontare, l’eventuale bacio, le cose di sé da raccontare, e via dicendo. In effetti questa speciale occasione conta numerose regole cui sottostare, se si vuol raggiungere il principale obiettivo di conquistare la preda e guadagnarsi un secondo appuntamento. Per quanto ci compete, possiamo aiutarvi a ridurre l’ansia regalandovi alcuni preziosi suggerimenti su cosa indossare (e cosa evitare) per un primo appuntamento perfetto. 064-067_dress_code.indd La prima e fondamentale regola da tener presente è che bisogna sempre essere se stesse. Con il bell’imbusto che ci attende impaziente sotto casa, evitate di comportarvi come se foste un’altra persona. Quello che dovete pubblicizzare è la vostra merce, non quella della strafiga sulla copertina patinata di una rivista o quella dell’eroina coraggiosa della vostra serie TV preferita. Siate semplicemente voi. Vedrete che tutto sarà più semplice, spontaneo e vero. Questo consiglio vale anche per lo stile. Se avete uno spirito rock, non costringetevi a diventare damigelle tutte pizzi e fiori per compiacere gli altri. Se amate vestire casual, non occorre che indossiate un abito o una gonna. Non c’è nulla di più sgradevole di un comportamento innaturale e goffo. Inoltre costruireste aspettative sbagliate che potrebbero ritorcersi contro di voi. MODEL ON THE CATWALK RALPH LAUREN SHOW, SPRING SUMMER 2016, NEW YORK FASHION WEEK, AMERICA, 17 SEP 2015 RALPH, LAUREN, SHOW, SPRING, SUMMER, 2016, NEW, YORK, FASHION, WEEK, AMERICA, 17, SEP, 2015, MODEL, CATWALK, 31072128 Il secondo consiglio che vi diamo è di scegliere un outfit che sia adeguato alla situazione e al posto dell’appuntamento. Immaginate l’imbarazzo di essere vistosamente fuori luogo. Vi sentireste a disagio e non vi concentrereste su di lui, rovinando già in partenza la possibilità di una frequentazione. Occorre distinguere tra un caffè tranquillo, un aperitivo chic, una birra al pub, una serata al cinema o un pic nic. Sarebbe molto divertente se il vostro lui vi portasse in un tipico Irish Pub, in mezzo a omaccioni arrossati con boccali in mano, e voi vi presentasse in abito lungo e tutte ingioiellate. O per lo meno sarebbe divertente per gli omaccioni. Quindi siate coerenti con le coordinate spazio-temporali del vostro appuntamento. Per non orrere rischi, è meglio evitare di essere troppo formali. Se volete sconvolgere chi avete di fronte con la vostra eleganza, meglio aspettare i successivi appuntamenti. E qui colleghiamo il nostro terzo suggerimento. Per il vostro first date optate per la comodità. Con questo non vogliamo incoraggiarvi a uscire di casa con la maxi tuta in pile, con tanto di scarponi da ginnastica anni ’90 e capelli acciuffati in uno chignon di fortuna. Il look da “sfattona”… beh, ragazze, quello cercate di evitarlo. Quando parliamo di comodità intendiamo che è meglio indossare un abito che vi faccia sentire a vostro agio, i vostri jeans preferiti, la camicetta di seta che vi ha portato fortuna molte volte. Insomma, non uscite a comprare dei capi nuovi. Potreste scoprire durante la serata che sono stretti, prudono, vi ingrassano, si sgualciscono facilmente. 064-067_dress_code.indd In un primo appuntamento è importante essere attenti e far sì che ci sia attenzione dall’altra parte. Questo può essere possibile solo instaurando un dialogo sereno e senza ostacoli. Il fastidio di una bretella fuori posto potrebbe essere un ostacolo per voi. Una scollatura da brivido, invece, un ostacolo per lui. Altra regola importante, infatti, è quella di evitare di indossare abiti eccessivamente sensuali. A meno che il vostro intento vada oltre il desiderio di iniziare una relazione, un orlo troppo accorciato o una scollatura profonda potrebbero, innanzitutto, distogliere l’attenzione dalla vostra meravigliosa essenza. In secondo luogo lui potrebbe sentirsi intimorito. E credeteci, questo non è un bene. Già nella nostra epoca l’uomo ha difficoltà a far emergere il suo gene alfa. Figuratevi quanto sarebbe in crisi con una donna tanto disinibita già al primo appuntamento. Badate bene, poi, che una donna misteriosa, che cela i propri tesori (per lo meno all’inizio) è molto più intrigante di una che li sventola senza pudore. D’altronde il confine tra sensualità e volgarità è molto sottile. MODEL ON THE CATWALK ELIE SAAB SHOW, SPRING SUMMER 2016, PARIS FASHION WEEK, FRANCE, 03 OCT 2015 ELIE, SAAB, SHOW, SPRING, SUMMER, 2016, PARIS, FASHION, WEEK, FRANCE, 03, OCT, 2015, MODEL, CATWALK, 32504292 Dulcis in fundo, vi consigliamo di valorizzare i vostri punti forti. Senza eccedere, cercate di puntare sulla vostra arma di seduzione migliore. Avete occhi da cerbiatta? Non indossate abiti troppo appariscenti che distolgano lo sguardo da loro. I vostri capelli sono meravigliosamente setosi? Lasciateli sciolti, magari portandoli verso un lato. Le vostre gambe farebbero invidia a quelle di Naomi Campbell? Scopritele, senza accorciare troppo la gonna. Fate leva sui vostri pregi fisici e di certo conquisterete l’uomo che vi sta davanti. E queste sono le 5 regole più importanti per un first date. Cosa aggiungere? Evitate i tacchi troppo alti e indossateli solo se li portate con naturalezza. Mai optare per le ballerine: gli uomini le trovano davvero poco sexy. Trucco e profumo devono essere presenti, ma super soft. Rossetto rosso? Meglio colori tenui. Sì a jeans con una blusa in seta completati con un blazer, una decolleté tacco medio e una clutch. Assolutamente sì al little black dress, da abbinare con accessori più o meno importanti a seconda del luogo dell’appuntamento. No alle calze velate nere: gli ricorderanno sua madre. I pantaloni possono essere fedeli amici e farvi sentire comode. Evitate, peraltro, le misure extra large. Niente tute. Niente tailleur. Mai troppo formali, ma siate casual in modo studiato. Non rinunciate a elementi che parlano di voi, ma cercate di non esagerare con gli eccessi. Dunque, alla luce di tutte queste regole, è chiaro che sbagliare è davvero facile. Ma non temete. Abbiate fede nelle vostre capacità. Ricordate che il primo giudice da conquistare, quello più difficile e severo, siete voi stesse. Se vi sentite belle, allora sarete belle per tutti gli altri.

Comments

comments